02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
SPUNTATURE

Sottozone? No grazie

Sottozone? “Non siamo in Francia”. Così a Montalcino per lo più si liquida la faccenda. Eppure, ogni grande Terroir ha nelle sottozone quell’aura elitaria che fa levitare il prezzo delle bottiglie a quote stellari, tanto per fare un esempio concreto. Se ne sono accorti nel Barolo, se ne stanno accorgendo forse nel Chianti Classico. A Montalcino, invece, la questione è vista con presunzione e provincialismo. Da una parte la “vulgata” marketing-oriented: che cosa arriva al consumatore che si trova in etichetta nome dell’azienda, della denominazione, della vigna, se c’è anche la sottozona? Solo confusione. Dall’altra una risposta più ragionata: Montalcino ha già delle sottozone implicite, i “famosi” quattro quadranti; e inoltre, il blocco dell’albo degli impianti del 1999, ha dato ai vigneti il “vero” valore aggiunto. Ma, a ben guardare: 1) i consumatori di Brunello non sono una “moltitudine bambina” e sono preparati, anche più degli stessi produttori, a “sopportare” un’ulteriore indicazione in etichetta; 2) far passare precise diversità come elementi accessori del Brunello, preso sempre nel suo complesso, resta, evidentemente, un’opzione fuorviante. Intanto, nelle aziende crescono i “Cru” e meno le “Vigna” (la legislazione impone regole stringenti: “la menzione “Vigna” è utilizzabile solo in relazione al toponimo o al nome tradizionale” di quelle specifiche superfici “e deve essere presente in un elenco regionale”). Per aggiungere carne al fuoco, il territorio di Montalcino esplicitamente sarebbe già diviso in 5 sottozone di produzione “comunali”: Torrenieri, Montalcino, Tavernelle e Camigliano, Castelnuovo dell’Abate, Sant’Angelo. Senza contare poi che alcuni luoghi, per esempio la collina di Montosoli, già “funzionano” da sottozona. Ad maiora.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli