02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINTAGE

Tenuta di Lilliano, Docg Chianti Classico Riserva 1964

Vendemmia: 1964
Uvaggio: Sangiovese, Colorino, Canaiolo
Proprietà: Principi Ruspoli
Enologo: Enzo Morgante
Territorio: Chianti Classico

1964, boom economico, nelle campagne toscane tutto in movimento, la mezzadria sta scomparendo, le tenute diventano aziende, i vigneti promiscui diventano “specializzati”. Non c’è ancora la figura del consulente enologico, si fermenta con le tecniche di sempre, follature, controllo della temperatura e acciaio inox inesistenti, affinamento nelle grandi botti. Ma era una grande annata, anche altrove, e c’erano produttori pronti ad approfittarne. Fra questi la Tenuta di Lilliano di Eleonora Ruspoli Berlingeri, direttore Enzo Morgante. Altitudine ideale a 300 metri s.l.m., suoli ricchi di galestro, esposizione sudovest, perfetto per il Sangiovese. E, fattore importantissimo, niente Doc quindi nessun obbligo di uva bianca (presente a volte fino al 30%!) o un 10% di Canaiolo. La bottiglia: una rivelazione, color ancora vivido con solo poche tracce di granato, molto visibile il rubino, profumi integri e soprattutto dolci, nulla che sa di funghi, muschio, terra bagnata, piccoli frutti rossi, menta, fumé e viole, tannini di filigrana, acidità in equilibro e invigorante, lungo, tonico e soddisfacente, trama di Borgogna ma personalità toscanissima.

(Daniel Thomases)

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli