02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
BILANCIO

Tra Florida e Messico, non basta conquistarli, i mercati vanno saputi presidiare

Simply Italian Great Wines, Marina Nedic: “la figura del brand ambassador sta diventando fondamentale”
Iem, MARINA NEDIC, PROMOZIONE, VINO ITALIANO, Mondo
Giancarlo Voglino e Marina Nedic, alla guida di Iem

“I mercati vanno presidiati, non basta trovare un importatore ed affidarsi a lui, che ricopre un ruolo ben preciso e diverso: dobbiamo puntare, come qualche grande azienda fa già, alla figura del brand ambassador, magari aggregandosi tra piccole aziende, per avere qualcuno che quotidianamente lavori sul campo per il prestigio del proprio vino e più in generale dell’Italia enoica”. A dirlo, a WineNews, è Marina Nedic, alla guida di Iem, nella chiusura della prima tappa del Simply Italian Great Wines, il business tour di Iem che ha portato in Florida e Messico le aziende del vino italiano, alla ricerca di conferme da un lato, e di possibilità dall’altro, su due mercati tanto geograficamente vicini quanto, nei fatti, distanti e diversi, entrambi però da conquistare e da presidiare.
“L’Americas Tour, appena concluso, è il tour delle Americhe, che tradizionalmente parte dalla Florida per poi fare tappa in Messico, come successo quest’anno, o Canada, mentre al mercato Usa sarà dedicato il tour di ottobre - spiega Marina Nedic - che toccherà Los Angeles, Chicago e Seattle. Il bilancio di questa prima tappa, invece, è positivo: in Florida, a Fort Lauderdale, le aziende hanno costruito contatti importanti, ora sta a loro lavorare bene. A Città del Messico, invece, c’è stato un grande entusiasmo, con centinaia di professionisti registrati, specie tra i sommelier della città, curiosi di conoscere i vini italiani e la aziende che li producono, quindi come sono fatti, come servirli e come abbinarli al cibo messicani. Uno degli obiettivi di Simply Italian, infatti è portare la cultura del vino italiano non solo nella ristorazione italiana, che apre le porte, ma anche in abbinamento alle cucine locali, perché il vino italiano si abbina praticamente a tutto”.
“Quello messicano - spiega ancora la Nedic - è ancora piccolo, ma c’è un grandissimo interesse e tanto spazio per crescere. La nostra percezione, però, è che andrebbe presidiato con una certa frequenza, più di quello che abbiamo fatto fin qui, specie perché si tratta di un mercato emergente che poggia su un’economia abbastanza solida, con una classe media che sta crescendo più che in ogni altro Paese del Centro e Nord America”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli