02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Tre Monti, Docg Romagna Albana Vigna Rocca 2016

Vendemmia: 2016
Uvaggio: Albana
Bottiglie prodotte: 20.000
Prezzo allo scaffale: € 11,00
Proprietà: Famiglia Navacchia
Territorio: Romagna

Sergio Navacchia, classe 1933, è il fondatore dell’azienda, realizzata di pari passo con la moglie Thea. Tutto risale agli anni Settanta, quando ancora sia le uve bianche sia le rosse erano per molti sinonimo, nella gaudente Romagna, di vini senza particolare impegno, immediati e beverini. Già la volontà di suddividere la produzione fra due diverse entità territoriali la dice invece lunga sullo spirito con cui la macchina si mise in moto: le uve bianche, infatti, arrivano dalla colline imolesi, sottozona Serra, dato il suolo composto prevalentemente di argille chiare, più indicate allo scopo. Il sangiovese, di rimando, è frutto delle terre di Petrignone, nel forlivese, dove le argille scure, sabbiose e ciottolose ben si prestano alla caratteristiche di quel vitigno. Negli anni Sergio ha lasciato man mano posto agli eredi: David, che si occupa di far quadrare i conti, e Vittorio, agronomo ed enologo formatosi alla scuola di Donato Lanati. Totale regime biologico, per una produzione dinamicamente rappresentata sia da bianchi freschi sia di maggior struttura (fino a vinificazioni in anfora per l’Albana Vitalba), così come da rossi di beva o dalle spalle grosse, qual è il Sangiovese Superiore Thea, con il passo da fondista. Ma risulta piacevolissimo anche il Vigna Rocca: succoso, sapido, fresco e sorridente, marcato com’è da ricordi di mela, pesca, agrumi e fiori bianchi.

(Fabio Turchetti)

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli