02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
TRENTO CELEBRA IL TRENTODOC

“Trentodoc: bollicine sulla città”, parte domani l’evento dedicato alle bollicine di montagna

Tra degustazioni, laboratori e food pairing, per due settimane la città si dedica al metodo classico. Anche con “Happy Trento”, nei locali storici
BOLLICINE SULLA CITTA', TRENTO, TRENTODOC, Italia
Torna a Trento Bollicine sulla città, evento dedicato al Trentodoc

Una delle espressioni più alte della spumantistica italiana torna ad essere la protagonista del calice, in una kermesse dedicata, di scena dal 23 novembre al 9 dicembre: è Trentodoc: bollicine sulla città”, evento promosso dalla Camera di Commercio di Trento in collaborazione con l’Istituto Trento Doc e la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino a Palazzo Roccabruna, dedicata al metodo classico trentino che porterà a Trento wine lovers e curiosi alla scoperta delle bollicine più amate d’Italia. Nel palazzo, 40 maison con oltre 60 etichette in degustazione lungo tutta la durata della kermesse: ma “bollicine sulla città” è anche un intreccio tra vino e cibo, incontri, masterclass. Ed ecco che andranno in scena anche “Le grandi riserve del Trentodoc: bollicine rare”, laboratori dedicati al ruolo del tempo nella spumantizzazione classica, occasione per degustare alcune bottiglie non più in commercio, conservate nella cantina storica di Palazzo Roccabruna. O anche gli appuntamenti fissi, ogni settimana, con uno chef trentino che si cimenterà ai fuochi della cucina dell’Enoteca per abbinare un menù di montagna alle bollicine del Trentodoc, “Il piatto dello chef. Cucina e bollicine di montagna”.
Tutta la città di Trento sarà però invasa dalla manifestazione, per celebrare proprio il legame che c’è tra la città e la Doc che porta il suo nome. “Happy Trento” è la formula che coinvolge 13 locali e altrettanti produttori: l’abbinamento è tra i piatti forti della tradizione e le bollicine padrone di casa.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli