02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Un soggiorno vip da Bollinger, un viaggio tra i cinque grandi della rive droite di Bordeaux, un tour tra i filari della Nuova Zelanda: ecco i super lotti dell’asta benefica di Bonhams per l’Institute of Masters of Wine, il 16 novembre, a Londra

In attesa di scoprire i cento lotti che, dal 1 novembre, animeranno sul web l’asta benefica organizzata da Bonhams per l’Institute of Masters of Wine’s Endowment Fund, ecco i super lotti su cui, inevitabilmente, si scateneranno le offerte nella cena di beneficenza, di scena a Londra, il 16 novembre. A spiccare lo Champagne Bollinger Super Lot, donato dalla The Madame Bollinger Foundation: un soggiorno di lusso per 8 persone, ospiti della maison dello Champagne, con una cena a Les Crayeres di Reims, un pranzo da Madame Bollinger con le grandi annate in abbinamento, una visita guidata della cantina e dei vigneti con lo chef de caves Gilles Descotes, ed una rarissima bottiglia dell’annata 1914.
Non mancheranno certo le palette alzate neanche per il lotto donato dei cinque grandi della rive droite di Bordeaux: un soggiorno esclusivo per due coppie, a Le Pin e Cheval Blanc, con visite, pranzi e cene a Le Pin, Petrus, Lafleur, Cheval Blanc e Ausone. Senza dimenticare, ovviamente, la degustazioni delle annate top dei cinque Chateau, una doppia magnum di Le Pin 2010, una doppia magnum di Château Ausone 2005, due magnum di Château Lafleur 2005 e di Château Cheval Blanc 2005 e una magnum di Petrus 2005 per ogni ospite.
Il terzo dei super lotti, invece, arriva dall’altra parte del mondo, con la Air New Zealand che, sul piatto, ha messo un tour di 10 giorni tra i vigneti delle aziende della Air New Zealand Fine Wine Selection, tutto compreso, dal volo all’automobile, dall’alloggio ai pasti, oltre ad una selezione di 48 grandi bottiglie. Guide d’eccezione, i Masters of Wine, che guideranno degustazioni private al fianco dei migliori wine maker della Nuova Zelanda.
“Il Fund Endowment consentirà all’Istituto di estendere la sua gamma di attività nel mondo del vino globale, aumentare il sostegno fornito ai nostri membri in tutto il mondo, e incoraggiare i Masters of Wine del futuro. Siamo estremamente grati ai nostri membri - commenta Jane Masters, a capo dell’Institute of Masters of Wine - ai sostenitori e agli amici del mondo del vino, che hanno generosamente donato lotti unici alla nostra asta a Bonhams, sarà una serata fantastica”.
“Come solidi sostenitori dell’Institute of Masters of Wine - aggiunge il Master of Wine Richard Harvey, direttore Vino di Bonhams International - siamo lieti di ospitare questo evento per contribuire a raccogliere fondi per un’iniziativa così utile. Gli standard rigorosi fissati dall’Istituto hanno contribuito enormemente alla reputazione del business vinicolo moderno in tutte le sue declinazioni, e il Fund Endowment garantirà l’importante lavoro dell’Istituto in tutto il mondo per molti anni a venire”.
Info: www.mastersofwine.org

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli