02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Vino & cinema di nuovo insieme in una commedia romantica tra la Basilicata e New York: “Wine to love” del regista Domenico Fortunato, con protagonista la diva Ornella Muti tra i vigneti del Vulture e le storie familiari e sentimentali di questa terra

Vino & cinema di nuovo insieme, in una commedia romantica tra la Basilicata e New York: “Wine to love”, film del regista Domenico Fortunato, presto nelle sale, con protagonista la diva Ornella Muti, presentato in anteprima al Vinitaly a Verona nel programma di eventi #BereBasilicata dell’Enoteca Regionale Lucana, “unendo territorio e cultura per rendere un grande servizio alla Basilicata, rilanciandone i vini e passando anche da Matera Capitale della Cultura 2019”, ha detto a WineNews il presidente Paolo Montrone. Prodotto da Altre Storie con Rai Cinema in collaborazione con la Regione Basilicata è ambientato nello scenario lucano del Vulture e racconta le storie familiari e sentimentali di questa terra con i suoi vigneti. Un mondo locale che, come dettano i tempi, dovrà confrontarsi con quello globale incarnato dalla città più cosmopolita del mondo, New York.
“Il tema è quello del confronto del piccolo con il grande - ha spiegato il regista - e racconta la storia di una piccola realtà che si apre al mondo globalizzato, orgogliosa della propria terra e consapevole di produrre qualcosa di pregiato, da proteggere ma allo stesso tempo donare al mondo con il rispetto che si deve a tutte le cose preziose”. La storia prosegue riflettendo sul rapporto non per forza conflittuale tra il local e global, sicuri che la sintesi di questi due mondi possa essere l’unica strada percorribile per un futuro di qualità più alta.
Nel cast con la Muti, tanti attori come Michele Venitucci, Alessandro Intini, Giulia Ramires, Caterina Shulha, Maria Popova, Teodosio Barresi, Jane Alexander, Gianni Ciardo e Alessandro Tersigni.
Info: www.enotecaregionalelucana.com

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli