02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Zonin1821 inaugura ad Edimburgo il “Wine House & Hotel 1821”, il più recente dei suoi progetti, con una “wine library” dedicata alle etichette cru del gruppo all’interno di una guest house d’alta gamma: prossime tappe il Brasile e, nel 2018, l’Europa

Zonin1821, la più grande realtà produttiva del Belpaese e una delle più rilevanti del mondo, con un valore di produzione 2016 che ha toccato i 193 milioni di Euro (l’86% dei quali oltreconfine), più di 2.000 ettari vitati e nove tenute in Italia, tra le quali le toscane Castello di Albola, Abbazia Monte Oliveto e Rocca di Montemassi, la siciliana Feudo Principi di Butera e la pugliese Masseria Altemura e la “dependance” statunitense di Barboursville, ha appena inaugurato il suo più recente esperimento, ovvero il “Wine House & Hotel 1821” (www.winehousehotel1821.co.uk), un connubio tra ospitalità di alto livello e diffusione della cultura del vino in quel di Edimburgo.
Zonin1821 ha infatti deciso di collaborare con il progetto del ristoratore Sep Martini, ambasciatore della cultura tricolore del buon mangiare e del buon bere nella terra delle highlands, con una “wine library” che occupa il posto d’onore nella guest house e che è stata progettata dall’architetto Claudio Silvestrin, dove gli ospiti potranno degustare i vini cru dell’azienda in un’ambiente impreziosito da marmo rosso di Verona e legni pregiati: “wine library” già presenti a Londra e, in Europa, a Vienna, ma che ora si uniscono all’hotellerie di livello internazionale. Dopo la Scozia, il prossimo esemplare delle “wine library” di Zonin1821 sorgerà in Brasile, lungo la via più prestigiosa della città più affluente e popolata del Paese, Sao Paulo, e, a partire dal 2018, anche in altri Stati europei.
“Siamo entusiasti di dar vita, con l’amico Sep Marini, a questo nuovo concetto alberghiero nella vivace città di Edimburgo”, ha dichiarato Michele Zonin, vicepresidente Zonin1821, “e condividere con gli Scozzesi e quanti visitano questa splendida città la nostra passione per il vino. Vogliamo che i nostri ospiti sentano di essere parte della nostra famiglia, offrendo loro l’opportunità di immergersi nella nostra passione”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli