02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Università ed impresa del vino si incontrano, ancora una volta: ecco All-Wine, laboratorio “attivo” firmato dalle Università Ca’ Foscari Venezia e Università degli Studi di Padova, con Paladin, Nino Franco, Carpenè Malvolti e Sistema Prosecco

Università ed impresa del vino si incontrano, ancora una volta, per trovare soluzioni ed idee innovative su temi come sostenibilità, competitività sui mercati internazionali, rafforzamento della brand identity, aggiornamento dell’offerta enoturistica ed e-commerce. Succede con il primo Active Learning Lab dedicato al vino, alias All-Wine, firmato da Fondazione di Venezia, Università Ca’ Foscari Venezia e Università degli Studi Di Padova, in collaborazione con Casa Paladin di Annone Veneto, Nino Franco di Valdobbiadene, Carpenè Malvolti di Conegliano Veneto e dalla società Sistema Prosecco (che mette insieme i tre consorzi della Doc, Docg e Asolo Montello per tutelare le bollicine veneto-friulane, ndr), che hanno lanciato la sfida a 45 studenti, divisi in 8 team, che da oggi al 26 maggio lavoreranno per sviluppare soluzione che, poi, saranno al servizio delle imprese.
Un format sempre di maggiore successo, quelli di questi laboratori, che si sviluppano “attraverso il trasferimento e l’uso di metodologie e strumenti come il design thinking, lego serious play, lean startup, business model canvas e la teoria del cambiamento - spiega una nota - e che consentono agli studenti un primo confronto con il mondo del lavoro, delle imprese, delle istituzioni e della ricerca, traducendo i brief di manager e esperti in proposte progettuali concrete e applicabili, nel caso specifico, al mondo vitivinicolo”.
Ad individuare e mettere in rete le imprese e a fare da collettore tra gli studenti delle due Università e le aziende, la Fondazione di Venezia che, attraverso il marchio collettivo Vede - Venice Development, ha selezionato le cantine con sfide aziendali da proporre agli studenti per accrescere le opportunità di innovazione nel mercato di riferimento. A lavorare insieme, saranno studenti provenienti da tutti i corsi di laurea e laurea magistrale dell’Università Ca’ Foscari Venezia e dal corso di laurea triennale Scienze e tecnologie viticole ed enologiche dell’Università degli Studi di Padova (Cirve) che, guidati da docenti e mentori, hanno subito iniziato a mettersi a lavoro attraverso sessioni intensive, pause ricreative, esperienze di team building e momenti emozionali, per declinare le sfide poste dalle aziende in idee e progetti concreti.
Il percorso laboratoriale si chiuderà il 26 maggio, quando, nella sede della Fondazione, le proposte e le soluzioni ideate e sviluppate dai ragazzi verranno presentate alle aziende e al pubblico. I progetti usciranno così dal “laboratorio” per essere consegnati alle aziende che potranno adottarli e applicarli.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli