02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
SPUNTATURE

Numeri e prezzi

Ormai i vini bianchi rappresentano il 57% del vino italiano (dati Istat 2020). Anche sul piano produttivo, assistiamo ad un incremento del 2% dei vini bianchi (+18% sulla media 2005-2020), con il Veneto a rimanere la Regione più produttiva (anche quella dove i bianchi, soprattutto con il Prosecco, hanno la maggiore rilevanza) con quasi 11 milioni/hl prodotti, +5% sul 2019 e ben il 16% sopra la media degli ultimi 15 anni. Indicatori piuttosto chiari su un’evoluzione delle gerarchie enoiche assai positiva per una denominazione adulta come quella del Soave. Di più. Sono in aumento anche le aziende del veronese che prima avevano dedicato sporadica o nulla attenzione verso il bianco più importante della provincia (storicamente a rappresentare il 40% della produzione a Doc dell’area, con 500.000 ettolitri di vino in media). Una denominazione, dunque, da sempre protagonista nel veronese ma che, come è accaduto in altre aree, ha incontrato criticità evidenti nell’ “epoca d’oro” della produzione rossista del Bel Paese, durata almeno per trentennio a partire dagli anni Ottanta del secolo scorso. Oggi, quel periodo sembra definitivamente alle spalle e il Soave ha saputo capitalizzare anche una serie di percorsi virtuosi, primo fra tutti quello delle Unità Geografiche Aggiuntive, che l’hanno rilanciato; o come il percorso di valorizzazione dei vini vulcanici. Un recupero favorito, come si accennava, anche dal ritrovato appeal dei vini bianchi, ma che, tranne rare eccezioni, non ha portato un eguale dinamismo in termini di prezzi allo scaffale. Un fatto positivo per gli appassionati che possono apprezzare vini buoni ed intriganti a prezzi ragionevoli, ma anche un elemento critico per la filiera produttiva del Soave, che sulla questione non riesce ancora ad affrancarsi da un listino prezzi forse ancora un po’ troppo legato a vecchie logiche quantitative. È qui che per il Consorzio e per i produttori ci sono ampi margini di miglioramento, con la consapevolezza che le basi gettate, nel recente passato, possono sostenere adeguatamente un cambio di passo deciso.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli