02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
IL BUONO DEL TERRITORIO

Pisello Vialone Nano

Azienda: Agriturismo Al Bosco
Territorio: Soave
Indirizzo: Località Bosco, 2
Città: Colognola ai Colli (VR)
Nazione Italia
Telefono +39 045 7651635

La ricetta di Bisi e Risi si sa, in Veneto rappresenta uno dei piatti più famosi della tradizione regionale. I bisi sono i piselli e il Veneto può vantarne una qualità "vulcanica" ovvero quella che nasce nel territorio del Soave, una delle zone per l'appunto vulcaniche - anche se spente - del nostro Paese. E' il Verdone Nano di Colognola ai Colli, introdotto dai monaci benedettini nel X secolo e che fino agli anni 50 del secolo scorso vantava addirittura un mercato tutto personale. Il pericolo di estinzione è stato evitato grazie a pochi ma determinati produttori. Viene coltivato in collina su alture intorno ai 200 metri e ciò scongiura il rischio di ristagni e umidità. Il sapore è dolce e delicato e il suo compagno ideale è - ovviamente - un altro prodotto del territorio, il riso Vialone. Il tempo di raccolta è piuttosto breve, andando dalla fine di aprile a parte di maggio. La sua tenerezza consente di utilizzare anche le bucce che condiscono risi e bisi - che persino i Dogi venziani volevano alla loro tavola - ma insaporiscono anche le paste. Da provare anche in pastella per qualche frittura. Tutte ricette che è possibile provare in zona nell'agriturismo Al Bosco di Mauro Franchi, tra i coltivatori più convinti di Verdone Nano. Nel suo ristorante, nel periodo primaverile, finiscono in tanti piatti come la "Faraona coi Bisi" e il "Cappuccino di Piselli", ovvero una crema di piselli. Nello stesso paese di Colognola ai Colli, inoltre, ancora oggi tiene banco la Sagra dei Bisi, nata nel 1957, l'anno in cui il pisello fu ribattezzato “Verdone".

(Francesca Ciancio)

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019